Créer un site internet

I Masnajun di Cumiana

Premessa traslochi. Punto di partenza Genova 1948. Poi 1950 Pontedecimo, 1956 Torino-Santa Rita,1968 Fornaci di Beinasco, 2006 Cumiana.

Penso di avere messo salde radici nel Cumianese, anche se il desiderio recondito corre di tanto in tanto a Pontedecimo sull'onda dei versi della celebre canzone genovese di Cappello e Margutti, “Ma se ghe pensu”... Alloa mi penso ancon de ritornà a posâ e osse" (Allora penso ancora di ritornare a posare le ossa).

il 31 Dicembre 2007 sono stato ufficialmente “posto in quiescenza” con la qualifica di pensionato. Condizione gradevole, con l'impegno di sfidare il tempo e l'INPS attraverso i compleanni e gli acciacchi che si susseguono; cercando di districarmi alla meglio nel mosaico di istanti che la vita, evento meravigliosamente tragicomico, ci regala giorno dopo giorno.
In ogni caso la musica é antidoto universale, e qui a Cumiana ho avuto modo di farne uso attraverso la conoscenza di alcuni musicisti: Michele Zucca, bravo fisarmonicista con il quale ho collaborato per qualche anno girovagando in un repertorio popolare di grande valore, e portando talvolta qualche momento di spensieratezza nelle case di riposo.

Poi non posso non ricordare l'amico e collega di lavoro Lino Fiorentino, eccellente musicista e stupenda persona, prematuramente scomparso nel 2020. Eravamo colleghi di lavoro al San Luigi di Orbassano, ed in quel periodo collaborammo nell'ambito di alcuni progetti musicali.

E nel 2013 ho incontrato colui che sarebbe divenuto a tutti gli effetti il mio "datore di lavoro", Francesco Aruga. Francesco è sempre stato un riferimento costante della vita musicale cumianese, dando vita a numerose formazioni. Nel periodo nel quale mi aggregai era attiva la “B.B Band” che comprendeva: Francesco (pianoforte e tastiere); Gabriella Traversa, cantante capace di spaziare ammirevolmente in un vasto repertorio, dal jazz al pop, dallo swing ai classici; Sergio Costantin (basso e voce); Roberto Pavan (batteria e percussioni). Tutti bravissimi.
Nel 2018 prese forma una sorta di officina musicale con l'apporto estemporaneo di alcuni musicisti locali, che si concluse alfine con la nascita dei “Masnajun di Cumiana”. Il nome nacque durante le prove settimanali, dove impegno e serietà sono basilari. Ma capitava che durante qualche breve pausa prendesse forma una sorta di cazzeggio. Un giorno Francesco proferì la storica frase
“ Ma ij seve pròpe 'd masnajun!”. Detto fatto.

Nel febbraio del 2019 vi fu il debutto ufficiale al Circolo Menna di Cumiana (oggi Bistrot La Roche), serata che vide partecipi nuovi musicisti: Roby “Jagger” Epaminonda (cantante), Ettore Sanvito al sax e Angelo Gallo, bassista e cantante. Angelo ed io ci siamo ritrovati sul palco dopo 55 anni da quando iniziammo l'avventura musicale nel complesso torinese “The Blue Stars”.

Foto gruppo 2 febbraio 2019
Febbraio 2019. Da sinistra: Francesco, Angelo, Roby Jagger Epa, Gabriella, Roberto, Ettore, Enrico
Francesco ci ha lasciati alla vigilia di Natale 2021. Una preghiera



Link al sito.
I Masnajun di Francesco

La formazione attuale

Masnajun 1Da sinistra:
Enrico, Marcello, Claudio, Gabriella, Angelo, Roberto

 
 

Aggiungi un commento

Anti-spam