"The Shadows" forever

 

 Bruce Welch - Tony Meehan - Jet Harris - Hank B. Marvin

In principio fu "Apache". Alle nostre orecchie di chitarristi di primo pelo quel suono pareva sgorgare dalla volta celeste!
E quel suono sarebbe stato in seguito universalmente riconosciuto come come "that sound".


Ora, il mio punto di vista vuole essere prettamente chitarristico. Abbiamo detto che in principio fu "Apache". Poi arrivarono "Atlantis", "Geronimo", "Sleep Walk", "Nivram", e ne fummo definitivamente plagiati. Esplose la Shadowsmania, e in tutta Italia vi fu una incredibile proliferazione di complessini.
La Stratocaster Fiesta Red divenne l'icona per eccellenza, peraltro costosissima, ma non ci si scoraggiava e si suppliva con le chitarre presenti sul mercato italiano. Lo stesso discorso valeva per gli amplificatori Vox e per l'echo Binson. Insomma, per realizzare il magico tris allora ci voleva un bel pacco di cambiali!

Quel suono, già ...era davvero difficile rimanere insensibili alle nuove sonorità, alla bravura dei singoli elementi e della band nel suo insieme. Hank MARVIN e Bruce WELCH, la coppia più bella del mondo, compagni di scuola e poi nella vita, la classe immensa di Tony MEEHAN e la personalità  di Jet HARRIS, guidati dal destino a trionfi mondiali. Anche quando la formazione cambiò l'incantesimo non si ruppe, e potemmo apprezzare Brian BENNETT, Brian LOCKING e John ROSTILL.

Si tratta di un repertorio niente affatto facile, dove l'espressione non viene mai sovrastata dal virtuosismo di effetto. E via con "South of the border", "Man of Mistery", "The rumble", "The rise and fall of flingel bunt", " The lost city", "The Frightened city", "F.B.I", "Big boy", un crogiuolo di capolavori melodici, armonici, ritmici, di bendings impossibili e di escursioni del tremolo che diverranno una caratteristica di Hank MARVIN. Gli Shadows sono stati anche cantanti, compositori, attori, in un crescendo artistico il cui valore non si è affievolito nel tempo

Concludendo, li si può amare o meno, un peccato ignorarli. Per quel che mi riguarda non ho dubbi, e dico "Shadows forever".

shadows50year.jpg